[BivaccoViaggi] Altipiano di Asiago: in viaggio con le ciaspole

Versione stampabileVersione PDF
Clicca sulla foto: 
BIVACCOVIAGGI_Ciaspole_Asiago
Data: 
Ven, 16/03/2018 - Dom, 18/03/2018
Durata: 
tre giorni / due notti
Termine ultimo iscrizione: 
Lun, 05/03/2018 - 12:00
Stato: 
posti disponibili
Area Geografica: 
Prealpi Venete - Altipiano Asiago (VI)
Area Tematica: 
Montagne e Vette
Guida: 
Matteo

Un viaggio con le ciaspole ai piedi e zaino in spalla. L'Altipiano di Asiago permette di immergersi nell'ambiente montano in punta di piedi offrendo innumerevoli spunti: la natura, le storie della Grande Guerra, la cultura cimbra, i racconti di Mario Rigoni Stern.

Da lassù,mille metri più in alto,  la pianura caotica appare lontana ed i pensieri si sviluppano in maniera più fluida: potremo allora dedicarci alla conoscenza di boschi di conifere e radure, al raggiunger cime innevate come l'Ortigara e Cima Dodici con le loro storie della Grande Guerra, a conoscere avventori e gestori e scambiare due chiacchiere in Rifugi e Malghe approcciando la cultura e lingua cimbra, al rileggere le pagine di  chi ha saputo raccontare l'Altipiano e le sue stagioni, ed infine, alla sera davanti al fuoco, degustarne i sapori tipici con formaggi, polenta e cacciagione. E spente le luci, la volta stellata ci introdurrà al meritato riposo.

Difficoltà: 
EAI: Itinerario in ambiente innevato che richiede l'uso di racchette da neve, ma comunque su terreno senza grandi pendenze, con percorsi evidenti, e senza tratti esposti
Logistica: 

IL VIAGGIO IN BREVE:

  • Viaggio itinerante di 3 giorni/ due notti. Zaino in spalla e ciaspole ai piedi
  • INIZIO:Ve 16Mar, ore 12.00. FINE: Do 18 Mar, nel primo pomeriggio
  • Si dorme in Rifugi attrezzati, che ci forniscono cena e colazione. (Non necessario portare sacco a pelo, nè asciugamano)
  • Viaggio consigliato a chi ha già esperienza di progressione su ciaspole

 

PROGRAMMA DELLE GIORNATE:

  • Venerdi 16 Marzo: (Ritrovo ore 12.00) da Campomulo alla Malga Moline [Lunghezza:7Km; Dislivello: +250m/-100m; Durata: 4h] 

Ritrovo al Centro Fondo di Gallio ( http://www.centrofondo-gallio.com/it/contatti/#dove ) in tempo utile (ore 12.00) per la distribuzione e calibratura delle ciaspole ed una dimostrazione di progressione. Il primo tratto si snoda dal Centro Fondo al Rifugio Campomuletto, e sarà a noi utile per prendere confidenza con l'attrezzatura e l'ambiente innevato. Sul percorso il Rifugio Campomuletto ci fornirà l'occasione per una sosta e per un veloce pranzo. Nel primo pomeriggio proseguiamo lasciandosi alle spalle la piana di Campomulo, pianeta dello Sci da Fondo, per salire ed inoltrarci sempre più in un ambiente dolce,boscoso e lontano: è il regno dei galli cedroni, cervi e caprioli, che con un po' di fortuna potremo avvistare o udire. Immerso in questo paesaggio troveremo il Rifugio Malga Moline da Adriana: sarà la nostra tappa per la notte, e ci saprà garantire rifocillamento, calore e riposo.

 

  • Sabato 17 Marzo: Da Malga Moline alla Val Formica via Ortigara e Cima Dodici: vette, panorami e storie dalla Grande Guerra [Lunghezza:16Km; Dislivello: +650m/-850m; Durata: 8h]

Giornata piena oggi, la più impegnativa, e la più ricca di panorami e di vette da raggiungere. Lasciato il Rifugio puntiamo a Nord verso le cime più alte, raggiungendo oltre la linea del bosco,  l'Ortigara a 2105m. Alla bellezza dei luoghi fa da contraltare la Storia tragica che qui si è consumata tra il 1916 e 1917 ricordata dalla "colonna mozza" posta in vetta. Sono molte le trincee ed i camminamenti ancora presenti ed indicati con pannelli commemorativi; la Natura sembra nonostante ciò incurante degli avvenimenti di cento anni fa, e noi passeremo sopra leggeri sulla coltre di neve puntando a Ovest, verso la prosecuzione del filo di cresta per Cima Undici e Cima Dodici, percorrendo una buona parte dei contrafforti Nord, alternando saliscendi intorno a quota 2000m e traversando i  cosiddetti "portelli", piccoli passi che sboccano sulle pareti verticali dell'Altipiano. Giunti a Cima Larici lasciamo il crinale per scendere verso il punto tappa per stanotte: il Rifugio Larici da Alessio ci saprà ancora garantire calore e rifocillamento dopo questa intensa giornata.

 

  • Domenica 18 Marzo: Sul "Confine", verso il Passo Vezzena [Lunghezza: 9Km; Dislivello: +250m/-550m; durata: 4h]

Ultima giornata di traversata di questa parte dell'Altopiano che non possiamo non dedicare a chi ha saputo raccontare le storie che sin qui abbiamo ricercato e ripercorso: la nostra meta di oggi è oltrepassare "Il Termine", confine naturale oggi tra le regioni di Veneto e Trentino, ma storicamente confine più impegnativo tra i regni italiano ed austrungarico. E se qui è "da sempre" esistita la cosiddetta Osteria del Termine, uno di quei luoghi ancora oggi fuori dal tempo, e non a caso locanda favorita di Mario Rigoni Stern per chiacchiere, bevute e riflessioni sulla storia e sulla natura dell' uomo- noi ci spingeremo verso il confine naturale, il Passo Vezzena, confine della cultura cimbra. Sarà questo anche il nostro "termine", arrivando da monte con le ciaspole e pieni di neve, ma andandosi a scaldare al bel camino della Baita "Al Verle" degustando ancora qualche prodotto locale, magari leggendo qualche pagina dello scrittore asiaghese, prima di recuperare le auto dove le abbiamo lasciate.

 

Abbigliamento: 

    Per l' attività su ciaspole:

Indossare abbigliamento adeguato alla stagione, in particolare seguire i consigli ripoirtati QUI:

http://ilbivacco-toscana.it/equipaggiamento-uscite-con-le-ciaspole

 
    Da mettere nello zaino:

- ricambio asciutto integrale per la permanenza in Rifugio

- un paio di sandali/ciabatte per i locali del Rifugio

- lampada frontale o torcia per la notte (e per l'eventuale escursione notturna)

- borraccia o thermos + scorta cibo (cioccolata, frutta secca

Costo: 

Il costo complessivo di 240€/PERSONA (*) comprende:

  • 2notti in Rifugio a Mezza Pensione (cena, pernottamento, colazione)
  • 1pranzo in Rifugio del giorno di ritrovo
  • 1pranzo in Baita dell'ultimo giorno.
  • Quota ingresso (e parcheggio auto) al Centro Fondo Gallio
  • Accompagnamento GAE (Guida Ambientale Escursionista) per i 3 giorni ed organizzazione di Agenzia.

La quota non comprende:

  • Pranzo al sacco durante il trekking (2°giorno)
  • Spese personali ( bevande alcoliche, extra nei Rifugi etc.)
  • Eventuale noleggio Ciaspole  (in caso di necessità si possono affittare anche da Associazione IL BIVACCO al costo di 10€ per i 3 giorni)
  • Autobus o trasporto di linea per recupero auto l'ultimo giorno

 

 (*) ISCRITTI PER TEMPO:

per gli iscritti entro la data del 16 Febbraio 2018 si applica la tariffa agevolata con riduzione del 10% (= 216€/persona)

Vedi le "modalità iscrizione" QUI

 

NOTE: IL VIAGGIO VERRÀ CONFERMATO NON APPENA RAGGIUNTO IL NUMERO MINIMO PARTECIPANTI, FISSATO A 4 PERSONE

Informazioni: 

Potete iscrivervi utilizzando l'apposito modulo, in verde in alto

Per maggiori informazioni potete mandare email a info@ilbivacco-toscana.it  tenendo presente il numero minimo partecipanti fissato a 4 persone e numero posti massimo limitato a 12 persone , ed indicando nel messaggio:

- numero ed età dei partecipanti

- eventuale necessità di noleggio ciaspole e/o bastoncini

 - un vostro recapito di contatto


Per maggiori informazioni potete chiamare il 339 2429589 (Matteo)

Link Forum: 
https://ilbivacco-toscana.it/equipaggiamento-uscite-con-le-ciaspole